Nuove nomine e nuove Foranie per la Diocesi di Alghero-Bosa

Il Vescovo Mauro Maria Morfino ha rese pubbliche le nuove nomine relative all’avvicendamento di parroci e viceparroci nella Chiesa locale.

 

Le difficili condizioni di salute di Don Filippo Dore hanno portato il Vescovo Morfino a rivalutare la sua nomina, scegliendo quindi Don Giuseppe Curcu (scanese di 61 anni e attuale Vicario Generale e Direttore della Caritas diocesana, fino a qualche tempo fa cappellano militare) per ricoprire l'incarico di

(Don Filippo Dore, 63 anni originario di Ittiri fino ad oggi parroco di Sacro Cuore e San Marco in Fertilia,) è il nuovo parroco della comunità del SS. Nome di Gesù e succede a Mons. Antonello Mura, ordinato Vescovo della Diocesi di Lanusei. Lo affiancherà nel ruolo di Vicario parrocchiale il giovane don Gianni Nieddu, algherese di 34 anni,  che sta concludendo un’esperienza triennale di specializzazione presso l’Università Pontificia Salesiana nel campo della Catechesi. Don Gianni Nieddu rivestirà inoltre il ruolo di Responsabile della Pastorale delle Vocazioni e collaboratore dell’Ufficio Catechistico.

Parroco della parrocchia di Sacro Cuore e San Marco in Fertilia sarà don Giuseppe Curcu, scanese di 61 anni e attuale Vicario Generale e Direttore della Caritas diocesana, fino a qualche tempo fa cappellano militare.

Nella parrocchia di N.S. di Loreto in Loretella coprirà il ruolo di Amministratore parrocchiale il sacerdote don Fausto Garau, sessantaduenne originario di Tinnura, già Cappellano dell'Ospedale Marino di Alghero, Addetto alla Chiesa di San Paolo e collaboratore del Tribunale ecclesiastico.

A Uri, nella comunità di N.S. della Pazienza, è stato nominato Vicario parrocchiale il sacerdote mercedario padre Sebastiano Martinez, nato ad Alghero 39 anni fa.

 Il Vescovo Morfino ha inoltre recentemente nominato Presidente dell’Istituto diocesano Sostentamento Clero il lettore istituito dr. Gianfranco Mariano e, nel ruolo di Vice Presidente, l’ing. Gianpaolo Sanna.

 Le date degli ingressi dei nuovi parroci saranno presumibilmente i pomeriggi di Sabato 30 e Domenica 31 Agosto.

 Il Vescovo Morfino dovendo inoltre provvedere alla riorganizzazione pastorale della Diocesi, in seguito alle mutate condizioni ed esigenze del territorio, nonché alla sensibile diminuzione del clero, dopo articolata e approfondita discussione in seno al Consiglio Presbiterale e avendo accolto il parere favorevole del Collegio dei Consultori,  ha stabilito che, a partire dal 20 settembre 2014, giornata conclusiva del Convegno ecclesiale, vengano abolite le attuali otto Foranie denominate: Forania di: Alghero, dell’Agro di Alghero, di Bosa, del Canales, di Interrios, del Marghine, del Montiferru e della Planargia – Meilogu, che eventualmente manterranno la generica denominazione di zona geografica.

La nuova suddivisione della Diocesi in tre sole Foranie, così denominate:

 Forania di Alghero
(comprendente le Parrocchie di: Immacolata Concezione – Cattedrale, N. S. della Mercede, S. Giuseppe, S. Giovanni Bosco, Ss. Nome di Gesù, Madonna del S.Rosario, S. Maria Goretti, S. Luca, tutte  in Alghero, S. Cuore di Gesù e S. Marco in Fertilia, Natività della B. V. Maria in S. Maria La Palma, B. V. Assunta in Villassunta,  N. S. della Guardia in Guardia Grande, N. S. di Loreto in Loretella, B. V. Stella Maris in Maristella, S. Leonardo Abate in Villanova Monteleone, S.Stefano Protomartire in Monteleone Roccadoria, N. S. di Talia in Olmedo, N. S. de s’Ena Frisca in Putifigari, S. Maria degli Angeli in Romana e  N. S. della Pazienza in Uri).

 Forania di Bosa
(comprendente le Parrocchie di: Maria Immacolata – Concattedrale e  S. Cuore di Gesù in Bosa, S. Maria Stella Maris in Bosa Marina, S. Maria ad Nives in Cuglieri, S. Maria della Neve in Flussio, S. Giovanni Battista in Magomadas, S, Andrea Apostolo in Modolo, S. Cristoforo in Montresta, S. Angelo in Sagama, S. Caterina in Santa Caterina in Pittinuri, S. Pietro Apostolo in Santu Lussurgiu, S. Pietro Apostolo in Scano Montiferro, S. Andrea Apostolo in Sennariolo, N. Signora di Corte in Sindia, S. Maria della Neve in Suni, S. Anna in Tinnura, S. Giorgio Martire in Tresnuraghes).

 Forania di Macomer
(comprendente le Parrocchie di: S. Pantaleo, S. Francesco, B. V. Maria Regina delle Missioni, S. Famiglia di Nazareth tutte in Macomer, S. Maria ad Palmas in Aidomaggiore, S. Andrea Apostolo in Birori, S. Pietro Apostolo in Bolotana, S. Lorenzo Martire in Boroneddu, B.V. Assunta in Borore, S. Maria degli Angeli in Bortigali, S. Giorgio Martire in Domusnovas Canales, S. Leonardo Confessore in Dualchi, S. Pietro Apostolo in Lei, S. Giovanni Battista in Mara, S. Elena Imperatrice in Mulargia, S. Giacomo Apostolo in Noragugume, S. Giulia in Padria, S. Giorgio Martire in Pozzomaggiore, S. Giovanni Battista in Sedilo, S. Giorgio Martire in Semestene, S. Antonio Abate in Silanus, Spirito Santo in Soddì, S. Nicola di Bari in Tadasuni e S. Pietro Apostolo in Zuri).

 Il coordinamento delle foranie sarà affidata ai tre Vicari foranei. Per Alghero il parroco della comunità di San Giovanni Bosco don Raffaele Madau, per Bosa il parroco di S. Pietro Apostolo in Santu Lussurgiu don Mario Natalino Piras e per Macomer il parroco di S. Giovanni Battista in Sedilo don Battista Mongili.

 Dr. Giuseppe Manunta
Direttore Ufficio
Comunicazioni Sociali

Scarica il file in formato pdf